Potenziare la medicina territoriale

Potenziare la medicina territoriale

Bisogna potenziare la medicina territoriale, è questo uno degli insegnamenti che ci ha lasciato la crisi da Covid-19.

Un punto sul quale, ancor prima della pandemia, insistevano la CISL e CISL Medici.

“La pandemia da Covid ha messo in evidenza la fragilità della medicina territoriale – spiega il Dott. Danilo Mazzacane, Segretario Territoriale CISL Medici Lombardiama il problema era già noto in precedenza.

La medicina del territorio esiste, è sempre esistita ma in maniera frammentata.

Abbiamo l’occasione di ri-organizzare e valorizzare la medicina del territorio come era previsto dalla riforma sanitaria lombarda”.

L’emergenza da Coronavirus ha messo anche in evidenza l’importanza del personale sanitario.

“Un’altra novità che fa piacere è che i pazienti hanno ripreso fiducia nei medici – continua il segretario. Le persone hanno scoperto come i veri medici, quelli validi, siano più bravi del dottor Google”.

Conclude il Dott. Danilo Mazzacane: “La CISL Medici Lombardia rimane sempre disponibile a collaborare con Regione Lombardia per sistemare, organizzare e rendere valida la medicina territoriale.”

Articoli correlati