Lombardia, siglato accordo medici-Regione

Lombardia, siglato accordo medici-Regione

Le parole del dottor Danilo Mazzacane, segretario Cisl Medici Lombardia, rilasciate a Sanità Informazione il giorno dopo l’accordo siglato tra Regione Lombardia e sindacati.

«I medici si licenziano dal pubblico per andare nel privato. I concorsi per la sanità pubblica vanno deserti. Questo in sintesi lo stato dell’arte oggi della sanità lombarda.

Invece ci dobbiamo accontentare. Abbiamo siglato l’accordo che prevede più risorse per il 2019, ma non possiamo certo cantare vittoria. I medici ormai disertano i concorsi pubblici, si licenziano perché le condizioni sono troppo sfavorevoli rispetto al privato. I sindacati hanno accettato la ulteriore decurtazione delle risorse aggiuntive, come già nel 2019, per incrementare le risorse economiche regionali destinate alle assunzioni di nuovi medici. Occorre però anche creare situazioni di benessere psicofisico per i medici tali da permettere loro di lavorare in serenità e sicurezza con una retribuzione adeguata al ruolo e possibilità di crescita professionale e carriera meritocratica».

L’unica strada percorribile è trasferire nel pubblico il modello privato con una partecipazione organizzativa degli operatori tale per cui si sentano parte dell’azienda e garantiscano la valorizzazione del lavoro».

Articoli correlati