Nuovo Coronavirus. Quanto è necessario sapere.  Evento ECM

Nuovo Coronavirus. Quanto è necessario sapere. Evento ECM

Giovedì 13 febbraio 2020, dalle ore 20.15 alle ore 23.30, a Milano, presso UNA Hotel Scandinavia, in Via Fauché, 15, si svolgerà l’evento dal titolo “Nuovo Coronavirus. Quanto è necessario sapere“.

Obiettivo dell’evento è quello di fare chiarezza sulla reale pericolosità della situazione mondiale e nazionale, sgombrando il campo dalle tante notizie imprecise o addirittura false e contribuendo alla diffusione delle conoscenze scientifiche e delle
misure da adottare per far fronte a questa emergenza sanitaria con razionalità e competenza.


Il 31 dicembre 2019 la Commissione Sanitaria Municipale di Wuhan ( ha segnalato all’Organizzazione Mondiale della Sanità ( un cluster di casi di polmonite ad eziologia ignota nella città di Wuhan, nella provincia cinese di Hubei La

maggior parte dei casi aveva un legame epidemiologico con il mercato di Huanan Seafood un mercato all’ingrosso di frutti di mare e animali viv.

Il 9 gennaio 2020 il CDC cinese ha comunicato l’identificazione di un nuovo coronavirus 2019 nCoV) come agente causale della polmonite e ha reso pubblica la sequenza genomica che dimostra che il nuovo coronavirus è strettamente correlato a
quello della sindrome respiratoria acuta grave ( Successivamente le autorità cinesi e l’OMS hanno confermato la trasmissione del virus da persona a persona e infatti l’epidemia si è rapidamente diffusa interessando altre regioni della Cina (più di 20 000 casi confermati con test di laboratorio e 427 decessi all’inizio del mese di febbraio 2020 e superando i confini del paese casi sono segnalati in diversi Paesi in Asia, ma anche in Australia, Europa e Nord America.

Il virus 2019 nCoV è un nuovo ceppo di coronavirus mai identificato precedentemente nell’uomo L’epidemia da parte di un nuovo virus è sempre motivo di grande allarme perché limitate sono le conoscenze delle caratteristiche dell’agente infettante, le modalità e la velocità di diffusione, le manifestazioni cliniche, il tasso di mortalità, la fattibilità dell’allestimento di un vaccino e le possibili terapie.

Sulla scorta di esperienze precedenti (per esempio dell’epidemia di SARS del 2002/2003 sono state adottate dalla maggior parte delle nazioni precise misure di sanità pubblica volte al contenimento dell’infezione identificazione attiva e isolamento
precoce dei casi, quarantena dei contatti, limitazione dei viaggi, applicazione rigorosa delle procedure di controllo delle infezioni.

Nel nostro Paese le azioni da intraprendere in tal senso sono state indicate con chiarezza e tempestività tali indicazioni diramate dal Ministero della Salute e frutto dell’impegno costante di una task force di esperti, coinvolgono gli operatori sanitari a tutti i livelli sul territorio e nelle strutture di ricovero.

Obiettivo dell’evento è quello di fare chiarezza sulla reale pericolosità della situazione mondiale e nazionale, sgombrando il campo dalle tante notizie imprecise o addirittura false e contribuendo alla diffusione delle conoscenze scientifiche e delle
misure da adottare per far fronte a questa emergenza sanitaria con razionalità e competenza.


PROGRAMMA

20.15-20.45

Registrazione deiPartecipanti

20.45 -21.00

Saluto del Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri  di Milano o di altro Consigliere da lui delegato

21.00 –21.20

Maria Grazia Manfredi – Il virus della paura: storia moderna tra panico e prudenza

21.20 –22.00

Massimo Galli – Coronavirus (2019-nCoV) e la nuova emergenza sanitaria

22.00 -22.20

Marino Faccini – Il ruolo di ATS nella rete di controllo del coronavirus

22.20 –22.40

Stefano Rusconi – Gestione ospedaliera dei casi sospetti: le delibere ministeriali e regionale

22.40 –23.00 – Discussione e conclusioni

23.00 -23.30 – Compilazione schede di valutazione  e di verifica


DOCENTI

Maria Grazia Manfredi, Specialista in Malattie Infettive, Consigliera OMCeOMI

Massimo Galli, Direttore Divisione Clinicizzata di Malattie Infettive –ASST FBF-Sacco –MI, Professore Ordinario di Malattie Infettive, Università degli Studi di Milano

Marino Faccini, Dipartimento di Prevenzione ATS Milano

Stefano Rusconi, Professore Associato di Malattie Infettive Università degli Studi di Milano

Clicca qui per scaricare la Brochure Completa

 

Articoli correlati